ROIPNOL WITCH

postato in: Artisti, Forward Music | 1

Le Roipnol Witch sono le sorelle Giuly Witch (voce e chitarra) e Lady Marty (voce e basso) che insieme a Queen Farncy (chitarra) e Massi (batteria) portano avanti il progetto della band al femminile dal 2002.
Nel 2004 hanno registrano il primo album autoprodotto“Mekes me sick”.
Con la promozione del disco, hanno intrapreso una fortunata serie di concerti on the road; oltre ad aver battuto in lungo e in largo la tanto amata Emilia Paranoika, le Roipnol hanno toccato, con i loro live, quasi tutte le estremità della penisola, dal Piemonte alla Puglia, dalle Marche alla Campania, passando per Veneto, Lombardia, Emilia, Umbria, Toscana e Romagna.
Fin dagli albori le Roipnol Witch hanno sempre sostenuto e promosso la collaborazione con le band femminili del panorama italiano; in questo modo dal 2006 le manifestazioni rock al femminile sono diventate il pane quotidiano della band.
Nel 2005 le Roipnol Witch hanno vinto il premio come miglior voce, suonando davanti a 5 mila persone al Venerelettrica female festival  a Perugia. Hanno preso parte inoltre al Rock 4 women2006 a Modena (nel 2006 per i 60 anni del voto alle donne), Donne in Rock sul lago di Como, Woman no cry ad Ancona, il Just a Girl emiliano, La rottura delle acque all’ EKIDNA di Carpi e ad innumerevoli grrrls night in giro per l’Italia.
Dalla voglia di coinvolgere e far squadra con la fertile scena rock femminile italiana, assieme alla collaborazione delle amiche Kyuuri, creano il ROCK WITH MASCARA, serata itinerante con live di female bands come Kyuuri Diva Scarlet, Dissolutio, Anphetamina c, Titti twister, Super Squillo e tante altre.

Nel 2009, dopo una lunga serie di live, il gruppo decide di fermarsi per entrare in studio. Con la produzione artistica di Mono (FFD), le Roipnol Witch registrano le 13 tracce dell’Album “Once upon a time” insieme a Davide Cristiani al “Bombanella studio”, sala di incisione persa tra i colli modenesi, dalla quale è stato sfornato anche l’album A2 di Beatrice Antolini. Le Voci di Giuly witch e Lady Marty, sono invece state curate da Olly (The Fire, Shandon). Rescue, il primo singolo  estratto dal disco, vanta la produzione artistica di Livio Magnini (Bluvertigo), mentre il secondo singolo, Karma Love, è stato mixato da Matteo Ciffelli.
Once upon a time, uscito per l’etichetta Duchess records, alterna momenti di alternative rock più melodici a grintose espressioni rock’n’roll, reminescenze 80’s a ballate distorte. Il disco raggiunge inaspettatamente la 20esima posizione nella classifica di vendite di I-tunes. Le influenze provengono sia da gruppi e voci femminili come The Organ, Yeah Yeah Yeahs, Magneta Lane, Juliette and the Licks, Girl in a coma, Hole ma anche band come Arcade fire, Editors, Cure, Clash.

L’album è stato masterizzato presso gli Abbey Road studios di Londra da Sean Magee.

Durante l’estate 2010 è uscito anche l’EP Far  Far Away;  tre tracce di cui le cover di Locomotion di Little Eva tradotta in italiano e It’s my party di Leasly Gore viene pubblicato solo su chiavetta usb dal simpatico design guitar shape.

Del 2013 è la registrazione del nuovo EP “Non è un paese per artisti”, prodotto da Ettore “ette” Gilardoni al Real Sound Studio di Milano, con uscita a gennaio 2014, che precede l’uscita di un nuovo album durante l’anno.

Acquista Ora

DISCOGRAPHY

MakeS me sick, CD – autoprodotto 2004

Once upon a time, CD – 2009 Duchess Records

Far Far Away, EP in chiavetta USB – 2010

Non è un paese per artisti, EP CD – 2014 Rocketman Records

MORE INFOS

OFFICIAL SITE

FACEBOOK PAGE

YOU TUBE

Be Sociable, Share!

Lascia un commento